Moloch

Home / Moloch

Moloch

Stefano Pietro Testa

(Italia)

 

Roberto, istrionico sessantenne fuori dagli schemi, racconta e si racconta: una vita vissuta intensamente e mai scontata, le esperienze provate, le delusioni intime e quelle generazionali, i sogni rimasti in sospeso. Dal primo schianto in Lambretta alla scoperta del punk; dal primo impiego come bidello alla morte improvvisa del padre; dal matrimonio anticonvenzionale con Nadia fino al meritato pensionamento. Tra un pezzo e l’altro del suo racconto, i filmati vhs di archivi famigliari degli anni ’80 e ’90. Fra le sue parole e le testimonianze filmate degli anni passati si crea un dialogo che procede tra divergenze e accordature. L’approccio eccentrico di Roberto rispetto alla famiglia, alla religione e all’esistenza terrena si confronta e confligge con la vita della provincia montana bergamasca fatta di abitudini e consuetudini.

Roberto, histrionic sixty years outside the box, tells and tells: a life lived intensely and never predictable, experiences, intimate and generational disappointments, dreams remained dormant. From the first crash in Lambretta to the discovery of punk; from the first job as a janitor to his father’s sudden death; from the unconventional marriage with Nadia to the well-deserved retirement. Between one piece and the other of his story, the VHS videos of family archives of the ’80s and’ 90s. Between his words and the testimonies filmed of the past years a dialogue is created that proceeds between divergences and tunings. Roberto’s eccentric approach to the family, religion and earthly existence confronts and conflicts with the life of the mountain province of Bergamo, made up of habits and customs.

 

Stefano P. Testa

Stefano P. Testa vive a Bergamo. È fotografo e filmmaker e lavora come operatore di ripresa, montatore e colorista. Collabora con Lab 80 film nella produzione di film documentari e cura la comunicazione audiovisiva di Bergamo Film Meeting. Tra i registi con cui ha lavorato Antonio Albanese, Davide Ferrario e Hugo Berkeley. Appassionato di found footage, conduce ricerche in archivi amatoriali recuperando vecchi supporti magnetici e pellicole di piccolo formato. Moloch è il suo lungometraggio d’esordio.