il Faito DOC festival - in associazione con Associazione culturale TEATRO TOCCO e il Comune di Pimonte
presentano

perdersi nel tempo

Laboratorio di teatro sensoriale
Regia di Elisa Frascà
Il tema di questo laboratorio di teatro sensoriale riguarda il tempo, inteso come discorso ambivalente, in quanto passaggio ma anche e soprattutto ritmo, il Ritmo della vita.

I partecipanti saranno invitati a sviluppare e quindi realizzare, all’interno del percorso, le tappe fondamentali della vita dell’essere umano: infanzia, adolescenza, età adulta, vecchiaia e morte, che si riallaccia poi alla nascita. Il ritmo che scansiona queste fasi, da principio molto lento, aumenta sempre più nell’adolescenza, finché non diviene serrato in età adulta alla quale segue una discesa e un rallentamento fino a giungere alla morte, dove il ritmo cambia e c’è un movimento diverso. 

Non è solo un ritmo legato alla velocità e alla scansione delle azioni che si compiono durante il corso dell’esistenza, ma si tratta della percezione degli stimoli. Quando si è piccoli o anziani provengono dal nostro interno, mentre in età adolescenziale e adulta questi vengono assorbiti soprattutto dal di fuori, dal mondo esterno, dove inevitabilmente ciò che ci circonda influenza il nostro ritmo, come in una danza vorticosa dobbiamo stare al passo per non pestarci i piedi o rischiare inciampare. Questa è una condizione che appartiene a tutte le persone e ciò permetterà a tutti di riconoscervisi, sia per quanto riguarda quelli che realizzeranno il percorso, sia per quelli che lo attraverseranno.

L'Associazione TeatroTocco nasce alla fine degli anni Novanta con l'intento di portare avanti la ricerca teatrale iniziata con la collaborazione con il regista ed antropologo colombiano Enrique Vargas del Teatro de los sentidos. Fondata dalla regista Elisa Frascà, porta avanti la propria ricerca sul territorio emiliano con un gruppo di lavoro insieme al quale produce percorsi sensoriali e spettacoli ispirati non solo alla drammaturgia classica, ma anche, negli ultimi anni, incentrandosi su opere biografiche di alcuni protagonisti del mondo artistico e politico, come Tina Modotti, Lewis Carroll e Diane Arbus. La compagnia collabora, inoltre, da molti anni con le scuole del territorio, di diverso ordine e grado, realizzando percorsi laboratoriali.

Elisa Frascà nasce a Parma nel 1966. Consegue la laurea in Iconografia teatrale presso la facoltà di Lettere e Filosofia del DAMS di Bologna. Negli anni Ottanta si forma presso diverse realtà teatrali italiane, tra cui il Teatro dell’Aleph di Milano con Eugenio Barba; il Teatro della Valdoca di Cesena, con Cesare Ronconi e Mariangela Gualtieri. Negli anni Novanta fonda l’associazione TeatroTocco con alcuni collaboratori. Alla fine degli anni Novanta incontra Enrique Vargas con cui collabora come attrice nel percorso Il cammino del granoa Modena. Da questa esperienza segue assiduamente Vargas e la sua ricerca, indirizzando anche quella della propria compagnia teatrale. Con l’inizio degli anni Duemila produce una serie di spettacoli a percorso, alcuni dei quali legati alla ricerca degli archetipi del sogno: Nihil 1e Nihil 2; alcuni legati alla drammaturgia: Pirandello, Shakespeare, Wilde; altri ispirati a biografie di artisti come Tina Modotti e Diane Arbus. Inoltre ha partecipato al Festival della Filosofia di Modena, al Festival della Coscienza di Berceto (PR) e allo Squinterno Festival di Berceto (PR) in diverse edizioni. Attualmente tiene workshop e corsi di formazione per attori, studenti e insegnanti in diversi contesti, in Emilia Romagna, tra cui L’Officina Teatrale De’ Malcontenti di Bologna dove ha portato la sua ultima produzione sulla vita di Diane Arbus.
ASSOCIAZIONE CULTURALE TEATRO TOCCO via B. Ferrari, 11 - 42049 S. Ilario d'Enza (RE)
A film festival between two gulfs, facing the bay of Naples, the Vesuvius and the islands, where the air, the land, the water and the fire become one: to discover different visions of reality through documentaries from several horizons from all around the world. 

Meetings, debates, concerts and artistic walks in echo with the landscape, passing from a foreign world to a familiar intimacy.
faitodocfestival@gmail.com
+39 349 217 2359
envelope-ocommentsphonevimeo-square
en_USEN
fr_BEFR en_USEN
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram