Taste of Cement

Home / Taste of Cement

TASTE OF CEMENT

Ziad Kalthoum

(Germania, Libano, Siria, Émirati Arabi Uniti, Qatar)

 

 

 

 

 

Ogni giorno, dei lavoratori siriani costruiscono un grattacielo nei cieli di Beirut. Ogni notte, il coprifuoco li costringe a sprofondare nelle viscere di cemento. Nello stesso tempo, la guerra distrugge le loro case in Siria. Gradualmente, i suoni e le immagini di distruzione e di ricostruzione si confondono in una vertigine onirica: un poema visivo sul significato di una vita in esilio.

 

In Beirut, Syrian construction workers are building a skyscraper while at the same time their own houses at home are being shelled. The Lebanese war is over but the Syrian one still rages on. The workers are locked in the building site. They are not allowed to leave it after 19.00. The Lebanese government has imposed night-time curfews on the refugees. The only contact with the outside world for these Syrian workers is the hole through which they climb out in the morning to begin a new day of work. Cut off from their homeland, they gather at night around a small TV set to get the news from Syria. Gradually, the sounds and images of destruction and reconstruction merge into a dreamlike vertigo: a visual poem about the meaning of a life in exile.

 

Ziad Kalthoum 

è un regista siriano, nato a Homs nel 1981.  Nel 2009 il suo primo lungometraggio OH, MY HEART  narra la storia di un gruppo di donne curde che, per ragioni politiche e sociali, vivono in un villaggio senza uomini . Il film censurato in Siria é stato considerato il primo film a parlare dei curdi della Siria. Nel 2012, quando scoppia la rivoluzione,  Ziad, soldato, durante il suo servizio militare, gira il film THE IMMORTAL SERGEANT. Presentato al Locarno Film Festival il film vince come miglior film al BBC Arab Film Festival. Nel 2013, dopo aver disertato dall’esercito siriano e aver rifiutato di combattere contro la sua stessa gente, fugge a Beirut dove gira il film TASTE OF CEMENT .