the jury’s biographies

Home / the jury’s biographies
Alice Diop

ALICE DIOP (Francia/Senegal)

Alice Diop è nata nel 1979 a Aulnay-sous-Bois (Francia) da genitori senegalesi. Ha studiato alla Fémis e lavora come regista di documentari. Nel 2011, ha vinto il Premio Biblioteche al Cinéma du Réel per il suo lungometraggio LA MORT DE DANTON. Nel 2016, è tornata al festival con ON CALL, che ha vinto il premio Institut Français-Louis Marcorelles.

ALICE DIOP (France/Senegal)

Alice Diop was born in 1979 in Aulnay-sous-Bois (France) to Senegalese parents. She studied at the Fémis and works as a documentary filmmaker. In 2011, she won the Libraries Award at Cinéma du Réel for her feature LA MORT DE DANTON. In 2016, she returned to the festival with ON CALL, which won the Institut Français-Louis Marcorelles Award.

___________________________________________

 

Tarek Ben-Abdallah

TAREK BEN ABDALLAH (Tunisia)

La vertigine è ciò che non finisce: stacca il senso, lo rimanda a più tardi.
(Roland Barthes)

Direttore della Fotografia (a.i.c), Roma (IT)

Nato nel 1961 in Tunisia, laurea in ingegneria all’Università di Tunisi, dal 1988 al 1990 formazione come direttore della fotografia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Lavora come direttore della fotografia. Incarichi di docenza in varie scuole.

Film:

‘Esercito più piccolo del Mondo’ (2015) e ‘Sul Vulcano’ (2014) di Gianfranco Pannone; ‘Kaspar Hauser’ (2012) e ‘Beket ‘(2008) di Davide Manuli; ‘Palestine Stereo’ (2013) e ‘Laila’s Birthday’ di Rashid Masharawi, in concorso al Festival di San Sebastian (2008); ‘Riparo’ (2008) di Marco Simon Piccioni; ‘Ce n’è per tutti’ (2009) e ‘Gas’ (2005) di Luciano Melchionna; ‘Pouppées d’Argile’ di Nouri Bouzid (2002); ‘Latina – Littoria’ (2001) di Gianfranco Pannone, Miglior Documentario al Torino Film Festival; ‘Crudo’ (2000) di Irma Immacolata Palazzo, Nomination ai Golden Globe Europei; ‘L’America a Roma’ (1998) di Gianfranco Pannone, Festival Internazionale di Locarno; ‘Giro di luna tra terra e mare ‘ (1997) di Giuseppe Gaudino in competizione alla Mostra del Cinema di Venezia.

 

TAREK BEN ABDALLAH (Tunisia)

The vertigo is that which does not end: it removes the meaning, it delays it back to later.
(Roland Barthes)

Director of Photography (a.i.c), Rome (IT)

Born in Tunisia in 1961, degree in engineering at the University of Tunis, from 1988 to 1990 he trained as director of photography at the Centro Sperimentale di Cinematografia in Rome. He works as a director of photography. Teaching assignments in various schools.

Movies:

‘Smallest Army in the World’ (2015) and ‘Sul Vulcano’ (2014) by Gianfranco Pannone; ‘Kaspar Hauser’ (2012) and ‘Beket’ (2008) by Davide Manuli; ‘Palestine Stereo’ (2013) and ‘Laila’s Birthday’ by Rashid Masharawi, in competition at the San Sebastian Festival (2008); ‘Riparo’ (2008) by Marco Simon Piccioni; ‘Ce’ è per tutti ‘(2009) and’ Gas’ (2005) by Luciano Melchionna; ‘Pouppées d’Argile’ by Nouri Bouzid (2002); ‘Latina – Littoria’ (2001) by Gianfranco Pannone, Best Documentary at the Turin Film Festival; ‘Crudo’ (2000) by Irma Immacolata Palazzo, Nomination for European Golden Globes; ‘L’America a Roma’ (1998) by Gianfranco Pannone, Locarno International Festival; ‘Giro di luna between earth and sea’ (1997) by Giuseppe Gaudino in competition at the Venice Film Festival.

___________________________________________

 

Gina Petropoulou

GINA PETROPOULOU (Grecia)

Nata nel 1960, dagli anni ’80 si è trasferita in Canada dove ha studiato Archeologia e cinema (Università di Montreal e Institut Parlimage, Montreal).
Principalmente direttrice artistica del Peloponnisos International Documentary Festival (dal 2015), è anche regista dei documentari:

• Il diario dei lanciatori di fuochi d’artificio
• 18a Kalamata International Dance Festival
• Meng Gen, racines qui poussent.

Ha lavorato anche come produttrice di numerosi documentari – diretti da Antonis Boskoitis, Yiannis Tritsibidas, Gabriel Tzafkas, Dimitris Bavellas, Marsa Makri, Giorgos Zervas, Efi Xirou, Vassilis Blioumis.

All’inizio della sua carriera (1996), ha lavorato sia come direttrice di produzione che come produttrice esecutiva.

http://www.peloponnisosdocfestival.com/

GINA PETROPOULOU (Greece)

Born in 1960, from the 80’s she moved to Canada where she studied Archaeology and cinema (University of Montreal & Institut Parlimage, Montreal).
Mainly Artistic Director of the Peloponnisos International Documentary Festival (from 2015), she’s also a film director of these documentaries:

• The diary of fireworks throwers
• 18th Kalamata International Dance Festival
• Meng Gen, racines qui poussent.

She worked also as producer of many documentaries – directed by Antonis Boskoitis, Yiannis Tritsibidas, Gabriel Tzafkas, Dimitris Bavellas, Marsa Makri, Giorgos Zervas, Efi Xirou, Vassilis Blioumis.
At the beginninig of her career (1996), she worked as well as Production Manager and Executive Producer.

http://www.peloponnisosdocfestival.com/

___________________________________________

Michèle Philibert

MICHÈLE PHILIBERT (Francia)

Dopo dieci anni dedicati al settore socio-educativo e dello sport, Michèle Philibert è diventata nel 1989 direttrice di produzione del GRIM (Gruppo di ricerche e improvvisazioni musicali) a Marsiglia. Ha organizzato centinaia di concerti, 12 creazioni musicali e promosso nuovi progetti che riuniscono la musica contemporanea, la fiction, il cinema documentario o sperimentale e ha creato diverse strutture culturali e artistiche. Nel 1998 nasce e dirige l’Associazione MPPM con la quale ha prodotto varie creazioni nell’ambito della musica contemporanea, della coreografia, della fotografia, delle arti visive e audiovisive. Ha fondato e dirige con Chantal Dumas e Christian Calon (compositori) un programma su Radio Grenouille “Sound Kafoutch”, dedicata al cinema sperimentale e documentario, poesia sonora e la musica contemporanea. Nel 2002 crea con un amico il “Film Reflections Festival”, primo evento cinematografico professionale nella Regione Paca sul genere e l’identità (fiction, documentari e cortometraggi) .

 MICHÈLE PHILIBERT (Francia)

After spending ten years as a social and sportive educator, Michèle Philibert became in 1989 head of production for the GRIM (Musical research and improvisation group) in Marseilles. She organised a hundred of concerts and 12 musical creations, favoring the rise of projects binding contemporary music, fiction, documentary and experimental cinema, together with diverse cultural and artistic structures. In 1998 she created the Association MPPM which she lead, and signed various creations in contemporary music, choreography, photography, applied and audivisual arts. She also created and animated with composers Chantal Dumas and Christian Calon, a radio show dedicated to experimental and documentary cinema, sound poetry and contemporary musics. In 2002 she created with a friend the « Reflects festival », first professional cinematographic event in the PACA Region to center on gender and identity issues (fictions, documentaries and short films).

___________________________________________

Paolo Civati

PAOLO CIVATI (ITALY)

“La Vertigine è per me l’istante in cui avviene il contatto tra ciò che è noto e quello che è ignoto”

Laureato all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico, allievo dell’Ecole des Maîtres diretta da Franco Quadri, ha lavorato con diverse compagnie e registi, tra cui: Teatro Del Carretto, Giorgio Barberio Corsetti, Mario Martone, Manuela Cherubini, Carlo Lizzani, Emma Dante, Jan Fabre. Debutta come regista e autore teatrale con Luogo Di Niente vincendo il premio Claudio Gora. Ha vinto il Premio Attilio Corsini “Salviamo i Talenti” con Emoticon. Ha diretto Giuseppe Battiston in Otello-Lost in Cyprus, spettacolo d’apertura del Festival Shakespeariano al Teatro Romano di Verona. E’ in scena il suo spettacolo I conigli non hanno le ali, del quale è regista e autore. Ha scritto con Giulia Moriggi il trattamento per il film di finzione Questi son signori e ne ha girato un teaser che ha tra i protagonisti Vinicio Marchioni. E’ finalista del Premio Solinas documentario per il cinema 2014 con Incastro, da cui è nata la sua opera prima, il documentario di lungometraggio Castro, presentato in anteprima al 57th Festival dei Popoli 2016 e vincitore di 3 tra cui “Miglior Documentario Italiano”e “Premio del Pubblico”. E’ presente alla 74esima edizione della Mostra d’Arte Cinematografica col cortometraggio Sara.

PAOLO CIVATI (ITALY)

Graduated from the “Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico” in Rome. Alumni of the “Ecole des Maîtres” directed by Franco Quadri, he has worked with many companies and directors, among which: Teatro Del Carretto, Giorgio Barberio Corsetti, Mario Martone, Manuela Cherubini, Carlo Lizzani, Jan Fabre. He made his debut in theatre as author and director of “Luogo di Niente” winning the “Claudio Gora” award. His play “Emoticon” won the “Save the talents” award. He has directed Giuseppe Battiston in the play “Othello-Lost in Cyprus”, which opened the Shakespearian Festival at the Roman Theatre in Verona. His play “I conigli non hanno le ali” is currently being performed. He wrote the film treatment “Questi son signori” with Giulia Moriggi, of which a teaser was shot starring Vinicio Marchioni. His documentary “Castro” is a finalist for the “Premio Solinas Documentario per il cinema 2014” and it has hust been premiered at Festival dei Popoli 2016 where it has been awarded as “Best Italian Documentary” and won also the “Audience Award”. His short film “Sara” has been presented at the 74th Venice’s Festival.

___________________________________________

Valentina Girodo

VALENTINA GIRODO (ITALY)

I miei amici avevano iniziato a dirmi: “Abiti al dodicesimo pianoooo??? Ma non soffri di vertigini?” e così ho iniziato a capire. Ma mi ha sempre infastidito l’idea che le vertigini dovessero per forza causare sofferenza, perché io là in alto, guardando giù, provavo un brivido piacevolissimo…”

Valentina Girodo è una montatrice cinematografica e televisiva nata a Torino nel 1968.
Si è laureata al Dams di Bologna nel 1994 e poi diplomata al Centro Sperimentale di Cinematografia, Corso di Montaggio ed Edizione nel 1996.
Ha trascorso un anno presso la UCLA Film School con una borsa di studio e 6 mesi a Paris VIII, Saint Denis con il programma Erasmus.
Tra i suoi lavori: Fabrizio De Andrè, Principe libero (tv movie), Tutto può succedere (tv series), Almost Blue, Tre mogli, Il compleanno.
Attualmente Valentina risiede a Roma con la sua famiglia: Clelio (anche lui montatore) e i loro tre figli. Quando non lavora, ama cucinare, leggere e fare la maglia.

VALENTINA GIRODO (ITALY)

Valentina Girodo is a tv and film editor that was born in Turin in 1968.
She completed her studies in Bologna (Dams) and then in Rome (Centro Sperimentale di Cinematografia). Her educational background also includes two scholarships in Paris and at UCLA Film School.
She is the editor of several film and Tv series such as: Fabrizio De Andrè, Principe libero (tv movie), Tutto può succedere (tv series), Almost Blue, Tre mogli, Il compleanno.
Valentina currently resides in Rome with her family: Clelio (who is also an editor) and their three children. When she is not editing, she enjoys cooking, reading and knitting.

___________________________________________