Il Festival

L’originalità del Faito Doc è nella congiuntura di un luogo di rara bellezza, altamente cinematografico, con  la settima Arte, attraverso  autori e registi che giungono da tutto il mondo con una propria  visioni del reale, per presentare il loro film e incontrare il pubblico. 

     Il Monte Faito, è un piccolo borgo situato a 1.131 metri sul mare che abbraccia due golfi, di fronte alla baia di Napoli, il Vesuvio, le isole di Capri, Ischia e Procida… è un Parco Naturale, un luogo impregnato di romanticismo e nostalgia, che appare e scompare nelle nuvole. Le virtù sensoriali di questa montagna sul mare si prestano a dar vita a proiezioni di documentari di creazione, a proporre incontri e dibattiti, a confrontare sguardi e punti di vista forti e personali sul come raccontare la realtà nel cinema. 

     Il belvedere e la luce nel paesaggio diventano contemporaneamente e grazie al cinema documentario un Belvedere sul mondo nel quale viviamo. Giunto alla sua XIV edizione, il Faito Doc perseguita il suo scopo di rivelare e valorizzare nuove forme di linguaggi cinematografici per narrare la realtà. Dal cinema diretto all’animazione, dal cinema dell’intimo allo sperimentale, il Festival ama far scoprire al pubblico le qualità del documentario d’autore, genere tutt’ora troppo poco distribuito. 

     Come ogni anno riunisce attorno a una tematica universale, film documentari provenienti da ogni parte della terra. Dopo Fratellanza, Rinascita, Passione, Identità, Follia, Movimento, Empatia, Ebbrezza, Ritorno, Orizzonti, Vertigine, Ritmo, Metamorfosi è stato il tema dell’edizione 2020 e spiccherà ancora il volo nel 2021…  Dalla crisalide alla farfalla.

     Il Monte Faito nel corso degli anni è divenuto una delle mete degli appassionati di cinema del reale e molti registi stranieri oltre che italiani iscrivono la loro opera a uno dei    bandi, con la speranza di essere selezionato nelle  competizioni internazionali e scoprire la selva e la natura incantevole del Monte Faito. 

     E’ cresciuto anche il numero di giovani desiderosi di aderire all’evento e l’area di campeggio : il  FAITO DOC CAMP che si costituisce durante la manifestazione intorno alla “Casa del cinema” ne sono una bella prova. La partecipazione al  FAITO GIOVANI, laboratorio artistico e cinematografico per ragazzi dai 7 ai 17 anni e le  passeggiate sensoriali e naturalistiche  per i sentieri del Monte sono sempre più ambite.

     Nel 2021 intendiamo incrementare e riunire registi dallo sguardo acuto e originale – provenienti da più di 17 Paesi diversi. Il numero di opere di qualità, circa 50 film saranno suddivisi nella Competizione Internazionale dei lungometraggi, Competizione Internazionale di cortometraggi, Competizione Internazionale degli ultracorti, e film presentati nell’ambito dei 17  Eventi collaterali : Rassegne e retrospettive : Il Campania Doc, il Doc Kids, il Docs Now ; Il Gemellaggio con il  Peloponnisos International Doc Film Festival  (Kalamata, Grecia) 4 master-class di registi e insegnanti delle grandi scuole di Cinema, 2 workshops di sceneggiatura e fotografia, 3 mostre, delle Cine-Cene, Incontri di musica e di Poesia ; Performance artistiche e Passeggiate naturalistiche. 

Il Festival si avvale di :

– Una Giuria Tecnica e Internazionale  di professionisti (La Giuria dei Magnifici)
– e di 3 Giurie Popolari :
– La Giuria Internazionale dei  Giovani,
– La Giuria il Camino,
– La Giuria della CPS.

Il Comitato d'Onore

Thierry Garrel, Pasquale Misuraca, Stefano Incerti, Lorenzo Hendel, Maria Shevtsova, Michel Baudour, Marc Innaro, Antonio Capuano, Massimo Iannetta, Nina Toussaint, Enrica Fico Antonioni, Babak Karimi, Antoine André Maestrati, Magdalena Mądra, Geneviève Morand, Emmanuel Tagnard, Farzad Mouloudi, Lorenzo Cioffi, Olivier Smolders, Hugues Le Paige, Luciano Barisone, Valérie Gerbault, Carine Bratzlavsky, Waddah Al Fahed, Marilyn Watelet, Antonio Maiorino, Paolo Civati, Valentina Girodo, Tarek Ben Abdallah, Alice Diop…